Tuareg

Tuareg
Tuareg

Dura lex, sed lex

DISCLAIMER
(esclusione di responsabilità)

  • Questo sito è un prodotto amatoriale, al quale non può essere applicato l'art. 5 della legge 8 febbraio 1948 n. 47, in quanto l'aggiornamento dei testi in esso contenuti non ha periodicità regolare (legge 7 marzo 2001 n. 62 art. 1 comma 3).
  • Questo sito non è una testata giornalistica, e i testi trascritti hanno il solo scopo di stimolare la discussione e l'approfondimento politico, la critica e la libertà d'espressione del pensiero, nei modi e nei termini consentiti dalla legislazione vigente.
  • Questo sito non persegue alcuno scopo di lucro.
  • Tutto il materiale pubblicato dall'autore su questo sito è di dominio pubblico, tuttavia l'autore si riserva alcuni diritti, secondo le clausole della licenza Creative Commons CC BY NC SA (attribuzione dell'opera, divieto di uso commerciale, condivisione con le medesime clausole). Per ciò che concerne il materiale di proprietà intellettuale di terzi, se qualcuno riconoscesse proprio materiale sottoposto a diritto d'autore (copyright) e non lo volesse vedere pubblicato, deve solo dare avviso al gestore (qui: s.stronati@tiscali.it o anche qui: s.stronati@gmail.com) e sarà immediatamente eliminato. La stampa o il salvataggio del testo dà diritto ad un usufrutto personale a scopo di lettura ed esclude ogni forma di sfruttamento commerciale o altri usi improprî.
  • Il gestore del sito non è responsabile per i commenti inseriti dai lettori; eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuire al gestore, nemmeno se essi fossero espressi in forma anonima o criptata. Per l'eventuale rimozione, fare riferimento agl'indirizzi testé riportati.
* * *

UBI SOCIETAS, IBI IUS

Tratto in massima parte da: Le regole della casa del Gabibbo.

L'accesso a questo spazio è libero, tuttavia è anche sottoposto a un minimo di regole di civile convivenza, che ho elencate qui di seguito, traendole dal sito citato in epigrafe. TESTO IN CORSO DI COMPOSIZIONE; ultimo aggiornamento il 25 marzo 2016.

Commenti inseriti dai visitatori

Con l'inserimento dei proprî commenti, il visitatore autorizza, in via definitiva e non revocabile, il gestore del sito alla loro pubblicazione. Il visitatore rinuncia a ogni garanzia di pubblicazione e d'integrità del testo; accetta che i commenti possano essere persi dal sistema, per effetto di eventi occasionali e imprevedibili o delle normali procedure di archiviazione; accetta inoltre che il gestore possa rimuovere i commenti considerati in violazione delle regole qui riportate.

Privacy

Con l'inserimento dei proprî dati personali nei moduli di pubblicazione, il visitatore offre esplicita e irrevocabile autorizzazione alla diffusione dei dati medesimi. L'autorizzazione è obbligatoria per la pubblicazione del testo, anche ai sensi del D.Lgs. 196 del 30 giugno 2003. Nei limiti in cui siano compatibili con le procedure tecniche di funzionamento del sito, i diritti e le facoltà dal Decreto citato possono essere esercitati con comunicazione al gestore (qui: s.stronati@tiscali.it o anche qui: s.stronati@gmail.com).
I dati personali ricevuti attraverso gl'indirizzi di posta elettronica di cui sopra non saranno diffusi né comunicati a terzi, tranne in caso di adempimento di specifici obblighi di legge - con l'augurio che mai debba essere. In ogni caso, in questo sito i commenti anonimi sono impediti.

Google Analytics

Questo sito usa Google Analytics, un servizio di analisi fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics usa i c.d. "cookies", piccoli documenti di testo che sono depositati nell'elaboratore (computer) del visitatore per consentire a Google di analizzare come gli utenti usano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'uso del sito da parte del visitatore, compreso l'indirizzo IP, sono trasmesse e depositate presso le banche dati (server) di Google negli Stati Uniti d'America. Google userà queste informazioni allo scopo di tracciare ed esaminare l'uso del sito, compilare rapporti sulle attività del sito per gli operatori del sito e fornire altri servizî relativi alle attività del sito e all'uso della Rete. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le informazioni per conto di Google. Google non assocerà alcun indirizzo IP ad altro dato posseduto da Google.
I cookie usati da Google sono esclusivamente di tipo tecnico: nessun problema e nessun rischio per le informazioni di tipo personale o sensibile. La loro disattivazione compromette l'uso dei servizi accessibili da login. I cookie di sessione restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Il visitatore può rifiutare di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul navigatore (browser: per intendere, Windows Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Apple Safari...), tuttavia ciò potrebbe impedire la fruizione di tutte le funzionalità del sito. Usando questo sito, il visitatore acconsente al trattamento dei proprî dati da parte di Google per le modalità e i fini indicati.
Queste le pagine dalle quali ottenere le informazioni per la gestione dei cookie per i browser più diffusi:
Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internetexplorer-9
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

Policy di accesso

Il pregresso di spiacevoli episodî, macchiati da comportamenti volgari, violenti o intolleranti, costringe l'autore a definire le regole inderogabili di questo sito, in ossequienza al principio di tassatività e chiarezza della norma penale.
L'autore è persona cortese e ospitale: invita pochi amici e di rado a casa propria, ma quando lo fa ne è assai felice, e fa di tutto affinché gli ospiti si trovino bene. Proprio per questo, cerca di fare in modo che la permanenza si svolga nella maggiore tranquillità, anche a costo di rinunciare ad alcune presenze, incompatibili con il concetto di cordialità e simpatia che è proprio del padrone di casa. Il concetto è esteso dall'autore al proprio spazio nella Rete, e si sostanzia nelle seguenti regole di buona educazione.
Le regole sono semplici, previste per offrire un ambiente accessibile a tutti, e garantire che gli scambî d'opinione all'interno dello spazio trovino sempre un ambiente rilassato e confortevole in cui svolgersi.
a) Le persone violente non sono gradite.
Per violenza si intende anche quella meramente verbale, che impedisce il confronto delle idee e il tranquillo fluire delle chiacchiere.
Questo significa che non sono graditi ospiti incapaci di parlare senza aggredire: costoro saranno allontanati dal sito.
b) Le persone volgari sono altrettanto sgradite.
La volgarità va oltre le parolacce e non riguarda un eventuale "cazzo" di troppo in un commento; bensì riguardano le battute irrispettose, l'ironia sui difetti fisici, il dileggio sulle condizioni personali, gl'insulti ad personam. Chi si "diverte" con queste cose sarà allontanato dal sito.
c) Le persone ignoranti sono ancor più sgradite.
Chi visita un sito nella Rete ha per definizione i soldi e le conoscenze culturali minime per poterselo permettere: ciò significa che sono condannati i comportamenti incompatibili con un minimo livello di cultura.
d) Le condotte intolleranti non sono tollerate.
In ossequienza alla massima di Karl Popper, secondo la quale «è lecito essere intolleranti con chi è intollerante», l'autore allontanerà senza esitazioni i propagatori di principî e condotte intolleranti.
In parole povere, questo significa che si può essere fascisti, nazisti, comunisti o talebani quanto si vuole; ma alla prima occasione in cui quest'essenza si trasformerà in condotte specifiche (propaganda, istigazione, aggressione), il gestore inserirà in lista nera (black list) il responsabile e ne cancellerà i commenti.
e) Le condotte parassitarie non sono tollerate.
Una regola aurea vorrebbe che non si vada a casa del prossimo solo per scroccare la cena. Non è necessario nemmeno portare il vino, ma almeno essere di compagnia. I visitatori che interverranno sul sito col solo obiettivo di fare pubblicità al proprio spazio, sito, lavoro... saranno considerati degli scrocconi, e quindi inseriti in lista nera.
f) Le persone con opinioni contrarie sono ben venute.
La censura è figlia della repressione, la moderazione è figlia dell'intelligenza. Chi si attenesse alle regole della vita civile, avrà garantito il diritto alla libertà di espressione - e ciò in barba a qualsiasi legge: il diritto di parola è una personale regola di vita dell'autore.

L'interpretazione di queste regole è lasciata all'assoluta discrezionalità del gestore, padrone di casa del sito e quindi unico ad avere il diritto di decidere quali ospiti lasciar entrare.
Nessun punto delle presenti condizioni d'uso può implicare, implicitamente o meno, rinuncia del gestore ai diritti sui contenuti del sito. Le condizioni possono essere in ogni momento liberamente modificate dal gestore, sarà onere dei visitatori del sito adeguarsi alle disposizioni eventualmente modificate: tuttavia, il gestore s'impegna a mantenere una linea di coerenza alle condizioni di accesso.