Tuareg

Tuareg
Tuareg

lunedì 16 giugno 2014

A proposito di Matteo Salvini sull'immigrazione

Pubblicato qui: https://www.facebook.com/luca.pagni/posts/10203125510810676?comment_id=10203126991527693&offset=0&total_comments=4 in risposta a https://www.facebook.com/LegaNordUfficiale/photos/a.423252457717686.92004.422703967772535/719760131400249/?type=1

Matteo Salvini è, insieme al suo compagno di partito Mario Borghezio e a tutta la Lega Nord, la più viscida e insopportabile personificazione dell'ipocrisia. Leggendo l'articolo sembra quasi che i "negher" siano venuti qui per mangiare e bere, e che all'occorrenza protestino perché l'albergo è scadente. Occorre precisare alcuni punti:
* le persone che sono arrivate qui hanno abbandonata la loro terra, la loro famiglia, la loro memoria. Sono venuti qui perché dalle loro parti c'è la fame se va bene, e la guerra se va male. Sarebbe da ricordare alla Lega che tanto tempo fa l'Italia era il Paese da cui la gente fuggiva, per lo stesso motivo; e il fatto che a destinazione fossero trattati male nulla toglie al buon diritto del migrante, italiano o irlandese o sudanese che sia;
* le persone che sono arrivate qui sono venute per lavorare. La cosa è talmente tanto vera che se il signor deputato e parlamentare europeo si prendesse la briga di andare in giro per le campagne, anche quelle della sua Padania ché così si risparmia la fatica di venire in Terronia, troverebbe migliaia di poveri cristi, neri e bianchi e bruni e gialli: sottopagati, ricattati, venduti insieme con la merce che producono;
* le persone che sono arrivate qui e nel caso in esame protestano, chiedono che sia applicata loro la legge; ed è giusto sottolineare che lo chiedono all'Europa tutta. Da questo punto di vista, i migranti sono in buona compagnia insieme con gl'Italiani. Ora, che la legge /de cuius/ al signor Salvini piaccia poco, è affar suo: ma chiedere il riconoscimento dei proprî diritti è sacrosanto sia per il migrante sia per l'Italiano;
* le persone che sono arrivate qui chiedono quello che hanno gl'Italiani: probabilmente hanno vista la televisione italiana, e si sono fatti l'idea che in Italia sia possibile vivere in maniera civile. Ora, sarà loro sfuggito qualche elemento che poco ha da spartire con la civiltà, che so la Lega Nord e Forza Nuova, le risate al telefono di Nichi Vendola e gli appalti dell'Expo Milano 2015, ma sono convinto che nessuno farà loro colpa di ciò;
* quanto poi agl'Italiani che «mangiano poco, non sempre hanno una doccia calda o un bel telefonino»: il signor deputato e parlamentare europeo dovrebbe ricordare che scampa i rischi elencati grazie allo stipendio pagato dallo Stato Italiano. Meno che mai può dire certe cose il deputato di un partito il cui fondatore sostiene che «Il tricolore lo uso per pulirmi il...» diciamo fondoschiena http://www.stopcensura.com/2011/12/il-tricolore-lo-uso-per-pulirmi-il-culo.html .
Ci sono migliaia, ma che dico, milioni d'Italiani che sarebbero pronti a mandare via prima lui e chi offende l'Italia, poi eventualmente il migrante che delinque; e si terrebbero volentieri i poveri cristi testé citati, venuti qui per cercare un lavoro e prontissimi a farne di ben più pesanti di quello del signor Salvini.