Tuareg

Tuareg
Tuareg

martedì 13 giugno 2017

Sui risultati del voto dell'11 giugno 2017

Pubblicato qui: https://www.facebook.com/groups/695106660608335/permalink/1297516973700631/ .

Da oggi basta illusioni: è evidente che il MoVimento è avulso dalla popolazione, secondo la quale noi siamo alieni dalla realtà e abbiamo in testa soltanto stupidaggini irrealistiche. È più concreta l'appartenenza a un gregge, rosso o blu fa lo stesso: se poi il vello s'incrostasse di letame e parassiti pazienza, è il prezzo che bisogna pagare. Noi non "sistemiamo" parenti? allora non prendiamo voti, questa è la regola italiana: http://www.today.it/politica/risultati-elezioni-11-giugno-2017-diretta-comunali-amministrative.html .




Aggiornamento: Perdona il mio atteggiamento così risentito, Gio: io ero già stanco e deluso dieci anni fa, quando smisi l'attività sindacale anarchica. Ho provato a tornare, insieme con il MoVimento: ho ritrovata la stessa vigliaccheria, lo stesso opportunismo, gli stessi bottegaî che abbandonai all'epoca. Aveva ragione un altro genovese, Paolo Villaggio, quando dipingeva, caustico e sarcastico, l'italiano generico medio: sono stato stupido io a credere che fosse cambiato: https://youtu.be/sFv9M-BC1GM .

Aggiornamento: Scusa la franchezza: no, non sono affatto d'accordo. Non siamo nel Settecento, gli strumenti per conoscere la realtà sono a disposizione di tutti. La "gente" non è confusa, né vittima, né costretta, è complice, è collusa, è connivente: la gente sa perfettamente che questa politica è ladra, truffaldina, imbrogliona, ma la votano per convenienza. Chi per una multa non pagata, chi per una licenza non dovuta, chi per un posto fuori graduatoria, ognuno ha il proprio buon motivo per mettere la propria croce su quel simbolo. La gente si prostituisce al potere, per il proprio miserabile tornaconto.