Tuareg

Tuareg
Tuareg

domenica 2 luglio 2017

Sui motivi che portano l'elettore a votare (ancora?!)

Pubblicato qui: https://www.facebook.com/alfredo.pierucci.7/posts/10211477592048918?comment_id=10211478083581206&comment_tracking=%7B%22tn%22%3A%22R%22%7D .

Tante volte mi verrebbe voglia di andare a chiedere a uno psicologo che cosa galleggi nella testa di chi, come scrivi tu, torna a votare certa gentaglia. Posta la scomparsa delle ideologie, posta la scomparsa dei due fronti in un'unica, indistinta casta di affaristi, posta la scomparsa della rappresentanza elettorale: perché li votano ancora? Il fascista che vota Gianfranco Fini "perché è il successore di Giorgio Almirante" quand'egli è indagato per riciclaggio nell'inchiesta sulla casa di Montecarlo, il cattolico che vota Silvio Berlusconi "per scongiurare il trionfo dell'ideologia gender" (che non esiste, ma questo è un altro discorso) quand'egli organizzava festini erotici, il socialdemocratico che vota Matteo Renzi "perché è uno statista" quand'egli... be', ce ne sarebbero da dire, ma facciamo ch'egli abbia tentato di trasformare la carta costituzionale in una carta igienica, il comunista che vota Niki Vendola "perché è un compagno" quando circola in rete http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/15/ilva-audio-choc-di-vendola-telefonata-integrale-con-archina/253454/ la registrazione audio delle risate tra lui e Girolamo Archinà che ruba il microfono a un giornalista che chiedeva conto a Emilio Riva dei morti di tumore causati dalle emissioni dell’Ilva: tutti questi, ci sono o ci fanno?