Tuareg

Tuareg
Tuareg

domenica 14 luglio 2013

A proposito di riscaldamento globale

Sono contrario a considerare un'immagine meglio di mille parole; tuttavia, ogni tanto la cosa può essere considerata vera. Nel 2007 c'è stato un primato di riduzione della quantità di ghiaccio (estensione e spessore) al Polo Nord; ma nel 2012 la situazione è arrivata al suo limite estremo. Annotazione: la linea di demarcazione, ora rosa, ora magenta, ora aranciata, che compare nelle immagini corrisponde all'estensione media tra gli anni 1979-2000.
L'estensione dei ghiacci al 21 settembre 2005:


L'estensione dei ghiacci al 19 settembre 2006:


L'estensione dei ghiacci al 16 settembre 2007:


Comparazione tra l'estensione dei ghiacci al settembre 2007 e l'estensione media dei ghiacci perenni nel periodo dal 1979 al 2006:


(In grigio chiaro le zone dove il ghiaccio è stato presente in ambedue i periodi; in nero le zone dove il ghiaccio è assente per la prima volta da quando la calotta è controllata via satellite; in bianco le zone ghiacciate il 9 settembre 2007.)

L'estensione dei ghiacci al 16 settembre 2012:


(Notare come nel 2012 siano navigabili sia il Passaggio di NordEst, ovverosia la costa siberiana, sia il Passaggio di NordOvest, ovverosia la costa canadese.)

Variazioni della distribuzione dei ghiacci tra l'estate del 2007 e del 2012:


(In grigio chiaro le zone dove il ghiaccio è stato presente in ambedue le estati; in nero le zone dove il ghiaccio è stato presente nell'estate 2007; in bianco le zone dove il ghiaccio è stato presente nel 2012.)

Grafico di comparazione tra le diverse estati (valori espressi in Km² - chilometri quadrati):


(La linea nera continua rappresenta l'andamento annuale dell'estensione media degli anni dal 1981 al 2010 - ho scelta questa perché la media tra il 1979 e il 2000 sarebbe stata più alta; la banda grigia rappresenta lo scarto di ±2.000 Km² - più o meno duemila chilometri quadrati; la linea verde rappresenta l'andamento del 2005, la linea azzurra del 2007, la linea nera tratteggiata del 2012. Immagini tratte dal National Snow & Ice Data Center.)

Per chi preferisse le animazioni, eccone una che ripercorre le variazioni del volume di ghiaccio dal 1979 al 2012 (valori espressi in Km³ - chilometri cubici) https://www.youtube.com/watch?v=YgiMBxaL19M:


Aggiornamento: un altro video, forse più esplicativo del precedente https://www.youtube.com/watch?v=NfShcIIdbOU:


Nella prima parte è possibile comparare l'andamento delle variazioni della superficie ghiacciata nelle estati dal 1979 al 2012; nella seconda parte l'andamento dello scioglimento della calotta dal 1 gennaio al 14 settembre 2012.

Ripropongo il grafico del video, fosse mai sfuggisse un dettaglio:



Anno prec.

Anno 1979

Anno

Km³

Diff.za

Perc.le

Diff.za

Perc.le
1979
16.855
==
==
==
==
1980
16.139
-716
-4,25%
-716
-4,25%
1981
12.589
-3.550
-22,00%
-4.266
-25,31%
1982
13.395
806
6,40%
-3.460
-20,53%
1983
15.077
1.682
12,56%
-1.778
-10,55%
1984
14.480
-597
-3,96%
-2.375
-14,09%
1985
14.475
-5
-0,03%
-2.380
-14,12%
1986
15.935
1.460
10,09%
-920
-5,46%
1987
15.176
-759
-4,76%
-1.679
-9,96%
1988
14.853
-323
-2,13%
-2.002
-11,88%
1989
14.649
-204
-1,37%
-2.206
-13,09%
1990
13.679
-970
-6,62%
-3.176
-18,84%
1991
13.476
-203
-1,48%
-3.379
-20,05%
1992
14.864
1.388
10,30%
-1.991
-11,81%
1993
12.234
-2.630
-17,69%
-4.621
-27,42%
1994
13.611
1.377
11,26%
-3.244
-19,25%
1995
11.185
-2.426
-17,82%
-5.670
-33,64%
1996
13.715
2.530
22,62%
-3.140
-18,63%
1997
13.178
-537
-3,92%
-3.677
-21,82%
1998
11.512
-1.666
-12,64%
-5.343
-31,70%
1999
10.916
-596
-5,18%
-5.939
-35,24%
2000
10.954
38
0,35%
-5.901
-35,01%
2001
12.179
1.225
11,18%
-4.676
-27,74%
2002
10.792
-1.387
-11,39%
-6.063
-35,97%
2003
10.240
-552
-5,11%
-6.615
-39,25%
2004
9.881
-359
-3,51%
-6.974
-41,38%
2005
9.159
-722
-7,31%
-7.696
-45,66%
2006
8.993
-166
-1,81%
-7.862
-46,64%

2007

6.458

-2.535

-28,19%

-10.397

-61,68%
2008
7.072
614
9,51%
-9.783
-58,04%
2009
6.893
-179
-2,53%
-9.962
-59,10%

2010

4.428

-2.465

-35,76%

-12.427

-73,73%
2011
4.017
-411
-9,28%
-12.838
-76,17%
2012
3.261
-756
-18,82%
-13.594
-80,65%

Da notare i due tracolli del 2007 (meno 2.535 Km³ - chilometri cubici) e del 2010 (meno 2.465 Km³), quest'ultimo neanche parzialmente recuperato successivamente. Anche il valore del 1981 costituì una caduta notevole (meno 3.550 Km³), ma esso fu quasi completamente recuperato negli anni a venire, fino al picco del 1986 che riportò la diminuzione a un valore accettabile (meno 920 Km³). Praticamente la calotta artica non esiste più, c'è solo una massa di ghiaccio invernale che però d'estate sparisce.

Aggiornamento del 25 marzo 2016 https://www.youtube.com/watch?v=JYNDT2kProU :


Aggiornamento tratto da https://www.youtube.com/watch?v=iid9w9ZZ7fA&lc=z235ujczikr2dnew004t1aokgg1bbbkzbgnas2zhkzserk0h00410 : la temperatura del pianeta dalla fine della PEG [Piccola Era Glaciale, https://it.wikipedia.org/wiki/Piccola_era_glaciale] (1850) ad oggi è aumentata di circa 0,8 gradi, ma non in  modo lineare (bensì con alti e bassi), per cui negli anni 70 la temperatura globale era tornata quella dell'inizio del 900 e i ghiacciai terrestri, quelli alpini compresi, erano in crescita dopo la riduzione avvenuta negli anni 20-50. Dal 1980 invece la temperatura ha cominciato a salire rapidamente, in particolare negli anni 90, per poi stabilizzarsi nel primo decennio del XXI secolo. Ora ha ripreso a salire, nonostante l'attività solare sia molto debole; ciò mi porta a pensare che il CO2 conti eccome nel biancio energetico della Terra.